Mulesoft e la API-led-connectivity – un ROI del 445% in tre anni

Le aziende che hanno implementato un processo di integrazione con Mulesoft Anypoint Platform hanno ottenuto un ritorno sull’investimento del 445% nell’arco di soli tre anni. A sostenerlo Forrester Research, nota azienda americana di ricerca specializzata nell’analisi dell’impatto delle nuove tecnologie sulle imprese e sull’economia.

Ancora secondo lo studio, dal processo di System Integration con Mulesoft le aziende ottengono diversi benefici economici:

  • maggior produttività;
  • riduzione dei costi di manutenzione;
  • aumento delle entrate.

Lo studio sottolinea inoltre che Mulesoft supporta le aziende nel passare all’approccio basato sulla creazione e integrazione di API, aiutandole così a velocizzare il tempo di delivery e l’agilità interna attraverso la API-led connectivity e il riutilizzo dei servizi.

Infatti, poiché le API permettono diversi livelli di astrazione, l’IT centrale potrà esporre al resto dell’azienda le risorse riutilizzabili per comporre le applicazioni finali, così da consentire una razionalizzazione delle risorse tecnologiche esistenti e la riduzione dei costi legati alla produzione di codice ridondante. Questo accelera la fase di sviluppo, liberando il team di sviluppo dal custom code e aumentando l’efficienza operativa.

Forrest Research ha sottolineato che con l’Anypoint Platform, le aziende clienti ottengono un significativo aumento del tasso di riutilizzo delle API, quadruplicando il numero di progetti negli ultimi tre anni. Mulesoft, infatti, ha un ruolo fondamentale nel semplificare la connettività tra le API, portando al superamento dei metodi, altamente inefficienti, di integrazione punto punto e permettendo un’efficace esposizione delle risorse verso gli utilizzatori delle informazioni. Questo consente ai team di sviluppo di comporre, ricomporre e adattare le applicazioni aziendali, così da andare incontro con maggiore rapidità alle mutevoli esigenze del business.

Mulesoft aiuta le aziende apportando un approccio di connettività API-led anche ai microservizi: si connettono i dati alle applicazioni attraverso API riutilizzabili e mirate. L’approccio API-led permette alle organizzazioni di sbloccare il valore dei loro servizi esistenti con API e innovare rapidamente, mantenendo comunque sicurezza e controllo dei dati e dei processi aziendali.

Anypoint Service Mesh: una gestione più efficace dei microservizi

La struttura a microservizi presenta però anche alcune difficoltà, legate in particolare alla frammentazione che la caratterizza. Per coordinare le informazioni dei diversi microservizi, Mulesoft ha annunciato l’uscita di una nuova soluzione: Anypoint Service Mesh.

Un mesh di servizi ha il compito di monitorare come avviene lo scambio di dati tra le diverse parti di un applicativo.

Con l’introduzione di Anypoint Service Mesh, Mulesoft ha reso più sicura la comunicazione dei dati tra i diversi applicativi, in particolare all’interno dei singoli microservizi. In questo modo si evita la perdita di informazioni in caso di sovraccarico di un determinato servizio, dato che il service mesh ne bilancia le richieste. In un’infrastruttura a microservizi, quindi più frammentata, il ruolo del service mesh è molto importante proprio perché va a gestirne gli aspetti potenzialmente negativi migliorandone pertanto la performance. Estendendo la Anypoint Platform di Mulesoft a tutti i microservizi con Istio, un mesh di servizi open source, Anypoint Service Mesh porta i principi di rilevabilità, gestione e sicurezza ai microservizi, rendendoli collegabili ad un’application network.

Cerchi maggiori informazioni?